IT_ICON
Gruppi di sopraelevazione idrica antincendio UNI EN 12845 serie “GNU”
ANTINCENDIO UNI EN 12845
Dati generali

Impieghi
Sono concepiti allo scopo di alimentare acqua ad azionamento automatico in quantità adeguata in impieghi di:
  • Impianti sprinkler
  • Impianti naspi
  • Impianti a idranti UNI 45-UNI 70

Realizzati in modo da intervenire automaticamente qualora venga richiesto erogazione di acqua da una qualunque utenza dell’impianto antincendio.


Costruzione

I gruppi standard sono costituiti da:
  • Una o più pompe di servizio, azionate da motore elettrico o motore diesel
  • Uno o più quadri elettrici di comando e controllo per l’avviamento automatico di ciascuna pompa
  • Una elettropompa multistadio verticale di compensazione di piccola potenza, con la funzione di mantenere in pressione l’impianto
Normative di riferimento
a) I gruppi idrici di sopraelevazione antincendio sono marcati CE in conformità alla direttiva:
  • Direttiva macchina 98/37/CE
  • Direttiva EMC 2004/108CE
  • Direttiva LVD 2006/95/CE
b) Le prestazioni delle pompe sono dichiarate in conformità alla normativa ISO 9906-A pompe rotodinamiche, prove di prestazioni idrauliche e criteri di accettazione.

c) Sono conformi:
  • Alla normativa europea e sistema automatico a sprinkler UNI EN 12845-2009
  • Alla normativa UNI 10779-2007 rete idranti dove richiesta
Il controllo della produzione di fabbrica come richiamato dalla UNI EN 12845 è in conformità alle nostre procedure secondo i requisiti della EN ISO 9001 – 2008
Pompe di servizio
  • Sono del tipo centrifugo ad asse orizzontale EN 733 accoppiate a motori elettrici o diesel tramite giunto elastico con spaziatore, esecuzione “back pull out”
  • Multistadio verticali sommerse con motore esterno
  • Multistadio verticali sommerse con pompa e motore immerso
  • Multistadio verticale accoppiate a motori elettrici tramite giunto rigido.
Pompe di compenso - jockey
Tutti i gruppi di pompaggio per uso antincendio hanno di serie una pompa di compenso che automaticamente garantisce la pressurizzazione dell’impianto in caso di perdite, evitando la partenza delle pompe di servizio.
A seconda del modello del Gruppo di pompaggio la pompa di compenso può essere del tipo verticale KM o KV.
Come variante sono disponibili pompe di compenso di grandezze diverse.

Motori
  • Elettrici asincroni con rotore in corto circuito 2 poli a ventilazione esterna. Classe d’isolamento F
  • Motori elettrici sommersi raffreddati ad acqua o ad olio
  • Motori diesel ad iniezione diretta, raffreddati ad aria fino a 30 kW, oltre i 30 kW raffreddati aria-acqua, a richiesta con scambiatore, acqua / acqua. Sono dimensionati per servizio continuo UNI EN 12845 punto 10.1
Dati di funzionamento
  • Elettropompe centrifughe potenza da 0.5 kW fino a 2.2 kW. alimentazione monofase 220V
  • Potenza da 0.5 kW fino a 200 kW Alimentazione trifase 400V Frequenza 50 Hz
  • Portata fino a 600 m3/h
  • Pressione max 12 bar
  • Per altri dati di funzionamento e caratteristiche tecniche delle pompe consultare gli specifici cataloghi

Liquidi sollevabili
Chimicamente non aggressivi massima temperatura consentita per il fluido da pompare 40 °C per pompe orizzontali e verticali, 25 °C per elettropompe sommerse

Documenti e certificazioni
  • Dichiarazione di conformità
  • Certificato di collaudo
  • Curve caratteristiche delle pompe
  • Schemi idraulici , schemi elettrici, disegni costruttivi
  • Programma d’ispezioni periodiche
  • Manuale d’istruzione e manutenzione
Componenti principali per gruppi standard
  • Una o più pompe che alimentano l’impianto
  • Una elettropompa di compensazione
  • Collettore di mandata
  • Valvole di intercettazione in mandata
  • Valvole di ritegno denominate anche di non ritorno
  • Due pressostati per ciascuna pompa collegati in serie, con contatti normalmente chiusi
  • Quadro elettrico per ciascuna pompa di alimentazione
  • Quadro elettrico di monitoraggio del funzionamento delle pompe
  • Quadro elettrico pompa di compenso
  • Carpenteria, basamento e staffe porta quadri
  • Accessori idraulici di collegamento
  • Serbatoi in pressione a membrana 16 Bar
  • Dispositivo di adescamento per impianti soprabattente
  • Dispositivo di ricircolo a mandata chiusa per ogni pompa di alimentazione
  • Sistema di avviamento pompa di compenso
  • Kit misuratore di portata
  • Quadro elettrico avviamento manuale di emergenza sottovetro (solo per motopompa)
  • N.2 batterie per avviamento motopompa
  • Serbatoio del carburante per motopompa
  • Giunti elastici solo per motopompa PN16

Il diametro dei componenti in mandata è calcolato secondo i requisiti della norma legati ad un valore massimo della velocità dell’acqua di 6 m/s
Tutti i componenti che hanno dimensioni :
  • Fino a 50 mm sono filettati PN16,
  • Maggiore di 50 mm sono flangiate PN16
Valvole d’intercettazione
Le valvole d’intercettazione sono del tipo indicante la posizione di apertura/chiusura.
La valvole di intercettazione che hanno dimensioni maggiore di 100 mm per l’azionamento sono dotate di riduttore.
Per impianti sprinkler le valvole d’intercettazione sono dotate di contatti elettrici, per il controllo della posizione di apertura e chiusura.

Valvole di ritegno
Sul lato di mandata di ciascuna pompa del tipo filettato fino al diametro di 2” oltre caplet o del tipo da inserire tra le flange.

Ricircolo a mandata chiusa (flusso di raffreddamento)
Sul gruppo di pompaggio è previsto un dispositivo per prevenire il surriscaldamento quando la pompa si trova a funzionare in condizione di mandata chiusa. Una piccola parte della portata movimentata dalla pompa viene utilizzata come flusso di raffreddamento della stessa pompa.

I gruppi vengono forniti privi dei seguenti componenti:
Aspirazione sottobattente
  • Giunti elastici PN16
  • Coni di riduzione eccentrici
  • Valvole d’intercettazione
Aspirazione soprabattente
  • Giunti elastici PN 16
  • Coni di riduzione eccentrici
Kit adescamento
  • Serbatoi di adescamento
  • Valvole ed accessori per adescamento
Identificazione

Sigla di identificazione gruppi versione con elettropompe GNUE

GNUE10   Una elettropompa di servizio senza pompa di compenso
GNUE20   Due elettropompe di servizio senza pompa di compenso
GNUE11   Una elettropompa di servizio + pompa di compenso
GNUE21   Due elettropompe di servizio + pompa di compenso

Sigla di identificazione gruppi versione con elettropompa e motopompa GNUES
GNUES111   Una elettropompa di servizio + motopompa ausiliaria + pompa di compenso
GNUES110   Una elettropompa di servizio + motopompa ausiliaria senza pompa di compenso
GNUES210   Due elettropompa di servizio + motopompa ausiliaria senza pompa di compenso
GNUES211   Due elettropompa di servizio + motopompa ausiliaria + pompa di compenso
GNUES121   Una elettropompa di servizio + due motopompe + pompa di compenso

Sigla di identificazione gruppi versione motopompe GNUS
GNUS10   Una motopompa di servizio senza pompa di compenso
GNUS11   Una motopompa di servizio + pompa di compenso
GNUS20   Due motopompe di servizio senza pompa di compenso
GNUS21   Due motopompe di servizio + pompa di compenso
Condizioni di aspirazione

Tubazione di aspirazione
Per una corretta installazione di un gruppo idrico per uso antincendio secondo la norma EN 12845 si devono considerare le condizioni di aspirazione delle pompe.
La tubazione di aspirazione, comprese tutte le valvole e raccordi, deve essere progettata in modo tale da assicurare che l’ NPSHr richiesto superi di un metro l’NPSH disponibile all’ingresso della bocca di aspirazione della pompa alla portata massima.
La tubazione di aspirazione devono essere diritte o coniche lunghe almeno due o tre volte il diametro, devono avere leggera pendenza verso la pompa per evitare il formarsi di sacche d’aria.
La tubazione conica eccentrica deve avere la parte superiore orizzontale e la parte inferiore con un angolo di apertura che non sia maggiore di 20°

Aspirazione sottobattente (battente positivo)
Aspirazione con battente positivo quando la riserva idrica è posta più in alto o allo stesso livello del gruppo di pompaggio Fig_6 pag.9
Il diametro della tubazione di aspirazione non deve essere minore di 65 mm.
Inoltre quando la pompa lavora alla massima portata richiesta la velocità dell’acqua nelle tubazioni di aspirazione non deve essere maggiore di 1,8 m/s.
Dove vengono installate più pompe le tubazioni di aspirazione possono essere interconnesse tra di loro, installare delle valvole d’intercettazione per consentire ad ogni pompa di continuare a funzionare quando le altre vengono rimosse nelle operazioni di manutenzione.

Aspirazione soprabattente (battente negativo)
Aspirazione con battente negativo quando la riserva idrica è posta più in basso del livello del gruppo di pompaggio Fig_7 pag.10
Per questa altezza esistono delle limitazioni: ove vengono installate più pompe le tubazioni di aspirazione non possono essere Inter connesse, ma ogni pompa deve avere tubazione di pescaggio separate.
L’altezza tra l’asse della bocca di aspirazione della pompa e il livello minimo dell’acqua non deve essere maggiore di 3.2 m.
Il diametro della tubazione di aspirazione non deve essere minore di 80 mm.
Inoltre quando la pompa lavora alla massima portata richiesta la velocità dell’acqua nelle tubazioni di aspirazione non deve essere maggiore di 1,5 m/s se vengono installate delle valvole d’intercettazione non devono essere posizionate direttamente sulla bocca
della pompa.
Deve essere installata una valvola di fondo all’estremità della tubazione di aspirazione qualora l’asse della pompa si trovi al di sopra del livello minimo dell’acqua.
La valvola di fondo deve essere corredata di un filtro, il filtro deve possedere un’area di passaggio di almeno 1.5 volte l’area nominale della tubazione e non devono permettere il passaggio di oggetti aventi un diametro maggiore di 5 mm.
Per ogni pompa di servizio deve essere installato un serbatoio (a gravità di adescamento ) posizionato ad un livello più alto rispetto alla pompa.
Esempio di schema idraulico impianto sottobattente UNI EN 12845 Figura_ 6



Il galleggiante elettromeccanico (20 figura _6) deve dare una indicazione prima che il livello di accumulo dell’acqua scenda più del 10% sotto il livello di riempimento.


Esempio di schema idraulico impianto soprabattente UNI EN 12845 Figura_7



ll galleggiante elettromeccanico o livellostato (11 figura _7) deve avviare la pompa quando il livello dell’acqua scende ai 2/3 rispetto al livello del riempimento normale.
ll galleggiante elettromeccanico (24 figura _7) deve dare una indicazione prima che il livello di accumulo dell’acqua scenda più del 10% sotto il livello di riempimento.


QUADRI ELETTRICI UNI EN 12845

Sono previsti i seguenti quadri elettrici di comando e controllo conforme alla UNI EN 12845

a) Quadro elettrico per ogni elettropompa di servizio
b) Quadro elettrico per ogni motopompa di servizio
c) Quadro elettrico allarmi a distanza per il monitoraggio del funzionamento delle pompe
d) Quadro elettrico per l’elettropompa di compensazione.
e) Quadro elettrico avviamento manuale di emergenza sotto vetro (solo per motopompa)

I quadri elettrici di controllo e comando delle pompe di servizio sono in grado di:
a) Avviare automaticamente il motore. Il dispositivo di avviamento è costituito da due pressostati per ogni pompa collegati in serie con contatti normalmente chiusi, l’avviamento automatico avviene anche alla chiusura del galleggiante o/e livellostato del serbatoio di adescamento.
b) Avviare il motore manualmente
c) Arrestare il motore solamente ad azionamento manuale.

Arresto automatico UNI 10779
Per sistema di pompaggio ad esclusivo utilizzo di rete idranti UNI 10779 attività non costantemente presidiate, è previsto l’arresto automatico dopo 20 minuti dalla chiusura permanente dei pressostati di chiamata,sul display viene indicato quanto tempo rimane prima di arrestare la pompa.

Monitoraggio delle seguenti funzioni ausiliari a distanza per elettropompa di servizio

Allarme Tipo di allarme Punti della norma EN 12845
Richiesta di avviamento B 10.8.6.1
Mancato avviamento B 10.8.6.1
Pompa in funzione A 10.8.6.1
Alimentazione non disponibile B 10.8.6.1
Controllo del livello riserva idrica B appendice H
 
Monitoraggio delle seguenti funzioni ausiliari a distanza per motopompa di servizio

Allarme
Tipo di allarme
Punti della norma EN 12845
Avviamento automatico escluso
B
10.9.11
Mancato avviamento
B
10.9.11
Pompa in funzione
A
10.9.11
Guasto del quadro di controllo
B
10.9.11
Controllo del livello gasolio
B
10.9.11
Controllo del livello riserva idrica
B
appendice H

Predisposizione per l’applicazione


MODEM GSM
a) Possibilità di visualizzare gli strumenti fondamentali della centralina motopompa ed elettropompa
b) Avvisa con messaggio SMS quando la pompa è in funzione

MODO BUS
a) Possibilità di monitorare contemporaneamente
b) con un PC le centraline, motopompa ed elettropompa

Variante IP55
Quadri pompe di servizio con protezione IP55

Quadri elettrici da installare a parete o a pavimento:
  • Per gruppi con elettropompe, la preparazione dei passaggi la fornitura e posa in opera dei cavi di collegamento sono a cura del cliente.
  • Per gruppi con motopompe i quadri elettrici sono forniti di cavi di collegamento per una lunghezza di 5 metri,

Quadro di comando e controllo per elettropompa di servizio

Componenti:
Casse in lamiera di acciaio pressopiegata verniciata grigia RAL 3027
Grado di protezione IP 54
Sezionatore interruttore generale bloccaporta
Contattore in conformità AC-3 EN 60947-4 e EN60947-4.
Avviamento star-delta per gruppi con pompe oltre 11 kW di potenza
Trasformatore 380/24V
Centralina elettronica con funzioni conforme norma UNI EN 12845
Fusibili di potenza e fusibili di protezione ausiliari
Selettore due posizioni MAN/AUT
Morsettiera componibile per collegamento.
Caratteristiche costruttive CEI 17-13 , CEI 64-8 e UNI EN 12845

Dati di funzionamento
Tensione di rete trifase 400V
Frequenza 50 Hz

Tipo di comando

Manuale
Automatico

Limiti d’impiego
Temperatura -5 + 50 °C
Umidità relativa max 50% con 40 °C di temperatura
Grado di protezione IP 54

Tutte le seguenti funzioni vengono indicate visivamente e singolarmente sul frontale del quadro
Motore in funzione
Richiesta di avviamento da galleggiante adescamento
Pompa in funzione
Disponibilità dell’alimentazione elettrica
Mancato avviamento
Test spie
Test spie reset
Richiesta avviamento pompa
Richiesta avviamento da pressostati
Avviamento automatico escluso
Elettropompa avviata da pulsante
Elettropompa arrestata da pulsante
N. tre voltometri
N. tre amperometri

Dimensioni cassa

Tipo
Altezza
Larghezza
Profondità
Da 1.5 fino a 11 kW
500
400
200
Da 15 fino a 22 kW
600
400
200
Da 30 fino a 55 kW
700
500
250
DA 75 fino a 90 kW
800
600
300
Da 110 fino a 130 kW
1200
600
300

Gruppi idrici antincendio UNI EN 12845 e UNI 10779
Con elettropompe e motopompe centrifughe orizzontali EN 733

Generalità costruttive
I gruppi idrici di sopraelevazione per uso antincendio della Staa Pompe sono completamente assemblati nella parte elettrica, idraulica e collaudati in fabbrica.
Sono previsti sistemi modulari da una a tre pompe di servizio e pompa di compensazione.

Varianti costruttive (versione a richiesta)
  • Protezione per quadri elettrici IP55
  • Configurazione diverso dallo standard sia per la parte elettrica che per la parte idraulica
  • Esecuzione a 60 Hz
  • Versione AISI 304, AISI 316 collettori, valvole, pompe e principali componenti con parti direttamente a contatto con il liquido da pompare vengono realizzati in ACCIAIO INOX.
Elettropompe e/o motopompe centrifughe orizzontali EN 733
Le pompe sono azionate da motori elettrici o motori diesel tramite giunto elastico con spaziatore, esecuzione "back pull out"

Dati caratteristici
  • Prevalenza fino a 150 m
  • Portata oltre i 600 m3/h
  • Tensione di alimentazione pompa di servizio 3 x 380/415V
  • Tensione di alimentazione quadro elettrico motopompa 1 x 230V
  • Potenza fino a 200 kW
  • Varianti sono disponibili a richiesta
fig._8


I valori di NPSH indicati nelle pagine delle curve caratteristiche sono valori minimi che corrispondono al limite della
cavitazione, per motivi di sicurezza devono essere aumentati di 0.5 m.
Le curve indicano le prestazioni con una sola pompa in funzione
I dati delle prestazioni dichiarate valgono per acqua con densità p=1.Kg/dm3 ed una viscosità cinematica V=1mm2/sec
Tabella di scelta delle prestazioni idrauliche dei gruppi serie GNUES111 MK32-MK65

I dati in tabella indicano le prestazioni a 50 Hz di una sola pompa

PRESTAZIONI CONFORME ALLE NORME ISO 9906 - ANNEX A

Tabella di scelta delle prestazioni idrauliche dei gruppi serie GNUES111 MK80-M125

I dati in tabella indicano le prestazioni a 50 Hz di una sola pompa

PRESTAZIONI CONFORME ALLE NORME ISO 9906 - ANNEX A.

Gruppi di sopraelevazione antincendio con pompa MK 32 201

Dati di funzionamento
  • Potenza 5.5 kW
  • Portata fino a 20 m3/h
  • Prevalenza fino a 55 m
  • Alimentazione trifase 380/415 V
  • Alimentazione monofase 230 V
  • Avviamento diretto fino a 11 kW oltre Avviamento Star-Delta
  • Pressione di esercizio max 16 bar
  • Temperatura del liquido max 70 °C
  • Temperatura ambiente max 40 °C
  • Protezione quadro elettrico IP54

Pompa di compenso

I gruppi allestiti con solo motopompa diesel hanno pompa di compenso monofase.

Quadro elettrico motopompa

La corrente indicata in tabella è la massima corrente assorbita, sono già state considerate :
  • corrente carica batteria
  • corrente riscaldatore olio
Le curve che costituiscono il diagramma indicano le prestazioni con una sola pompa in funzione


Prestazioni conforme alla norme ISO 9906 - annex A